Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
21 Mar 2016

Dalle foreste il 75% dell'acqua del pianeta

Scritto da: Redazione

Le foreste sono fondamentali per soddisfare la richiesta d’acqua del Pianeta. È quanto ricorda la Fao in occasione della Giornata Internazionale delle Foreste che si celebra oggi 21 marzo.

Le foreste sono fondamentali per soddisfare la richiesta d’acqua del Pianeta. In occasione della Giornata Internazionale delle Foreste che si celebra oggi 21 marzo, l’ONU ha voluto ricordare che i bacini idrografici e le zone umide boscose forniscono infatti il 75% dell’acqua accessibile del mondo per usi domestici, agricoli, industriali ed ecologici.

foreste

Vuoi cambiare la situazione
dell'ambiente in italia?

ATTIVATI

La Fao sottolinea che avere acqua di buona qualità contribuisce “in modo significativo alla ricchezza e al benessere delle società umane”, dal momento che le foreste se gestite in modo sostenibile ‘funzionano’ anche come dei filtri naturali per l’acqua, oltre a ridurre la minaccia del dissesto idrogeologico.

 

Secondo la Fao “quasi l’80% della popolazione mondiale è esposto ad un alto livello di rischio per la sicurezza dell’acqua. Entro il 2050 2,3 miliardi di persone vivranno in aree sottoposte a un grave stress idrico: soprattutto in nord e sud Africa, in Asia meridionale e centrale”. Le foreste coprono un terzo del Pianeta; 1,6 miliardi di persone, tra cui più di 2.000 culture indigene, dipendono dalle foreste per il loro sostentamento. Racchiudono oltre l’80% delle specie terrestri di animali, piante e insetti. Naturalmente, le foreste subiscono gli effetti dei cambiamenti climatici influenzando, di conseguenza, la regolazione e la disponibilità d’acqua.

 

L’aumento degli eventi estremi e dell’intensità delle precipitazioni può dipendere, per esempio, dalla deforestazione che viaggia al ritmo di 13 milioni di ettari di foresta distrutta ogni anno. Negli ultimi 50 anni sono scomparse un quinto delle foreste del Pianeta. La deforestazione, tra l’altro, è responsabile tra il 12 e il 20% delle emissioni di gas serra.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Di Taranto, ghiacciai rosa e overshoot day – Io Non Mi Rassegno #173

|

Integrazione e solidarietà nel cuore di Ballarò

|

The Honey bar, qualcosa di nuovo ronza nel centro di Genova

|

Buone riunioni: possono fare la differenza!

|

Una comunità nella Natura che ha preso vita durante la pandemia

|

Sette produttori locali si uniscono e danno vita a un negozio-laboratorio a Km0

|

Il Filo di Paglia, la prima casa in paglia della Liguria

|

Movement Medicine: affidarsi alla danza per scoprire se stessi