9 Mag 2017

Un Festival della Fiaba per i bambini di tutte le età

Scritto da: Redazione

Laboratori di scrittura e disegno, artisti di strada, narratori, musicisti e la magia di uno dei borghi medievali più belli del nostro Paese. Italia che Cambia è mediapartner della prima edizione del Festival della Fiaba che si terrà dal 9 all'11 giugno a Castro dei Volsci, in provincia di Frosinone.

Avvicinare il pubblico dei bambini, e non solo, al mondo della fiaba e far riscoprire il piacere del narrare e del leggere. Nasce con quest’obiettivo il Festival della Fiaba di Castro dei Volsci, comune in provincia di Frosinone, una manifestazione organizzata dall’Associazione di Volontariato Fabbrica delle Idee, con il patrocinio del “Comune di Castro dei Volsci” ed il coinvolgimento dell’istituzioni scolastiche, attraverso un protocollo d’intesa con “l’Istituto Comprensivo di Castro dei Volsci”.

 

 

“Abbiamo il desiderio – scrivono i promotori del Festival che si terrà dal 9 all’11 giugno – di cercare di avvicinare i più piccoli al mondo della lettura, della narrativa, per guidarli a riscoprire quanto è bello farsi raccontare le storie, fino ad accorgersi che le loro trame si intrecciano e si incastrano, che a volte noi ci riconosciamo attraverso di loro e a volte loro si riconosco attraverso di noi, perché le storie si possono anche creare, mettendo in gioco la propria fantasia, la propria immaginazione, ma anche la propria realtà”.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

 

Laboratori di scrittura e disegno, artisti di strada, narratori, musicisti e la magia del borgo medievale. Il 9 si terrà la presentazione e l’inizio della manifestazione nel teatro cittadino. I bambini delle scuole incontreranno gli anziani del paese: i bambini illustreranno le fiabe elaborate in classe con le insegnanti e gli anziani avranno il compito di parlare dei racconti e delle tradizioni popolari di un tempo. “Questo mettere a confronto generazioni temporalmente così lontane – scrivono i promotori dell’iniziativa – ha lo scopo di valorizzare la comunità, realizzando un percorso di confronto tra le generazioni, partendo dalla fantasia dei ragazzi ma ponendo attenzione ed interesse alla memoria dei nonni”.

 

Il 10 e 11 l’evento si svolgerà nel centro storico del paese e vedrà la partecipazione di molte associazioni che si occupano di volontariato e di promozione di progetti per la valorizzazione della comunità.

1485645620598114-paese-20fiabesco

Durante le giornate del Festival, il paese diventerà un borgo a misura di bambino con pagliacci, narrastorie ed artisti di strada di ogni genere. L’iniziativa si avvarrà della partecipazione di scrittori e fumettisti di rilievo nazionale e della conseguente diffusione su mezzi di comunicazione nazionali dedicati alla cultura del racconto. “Ci attendiamo una forte partecipazione letteraria ma anche una grande presenza di famiglie e di appassionati di cultura che in quei giorni verranno a scoprire un territorio bellissimo”.

 

I promotori della manifestazione hanno deciso di lanciare una campagna di crowdfunding che permettesse alla prima edizione del Festival della fiaba di essere non solo gratuita, ma anche ricca di iniziative e di occasioni di divertimento, di scoperta e di aggregazione per i bambini e per gli adulti.

 

 

 

 

Articoli simili
L’ultima accademia di Belle Arti attiva sulle Alpi che valorizza il territorio vigezzino
L’ultima accademia di Belle Arti attiva sulle Alpi che valorizza il territorio vigezzino

Kronoteatro: mancano i sostegni e la compagnia ligure pluripremiata è a rischio
Kronoteatro: mancano i sostegni e la compagnia ligure pluripremiata è a rischio

Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani
Hisn Al-Giran, l’antico villaggio bizantino rinasce grazie a un gruppo di giovani siciliani

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi