23 Set 2020

Al via la quarta edizione del festival dello sviluppo sostenibile

Il 22 settembre ha avuto inizio la più grande manifestazione italiana tesa a sensibilizzare e mobilitare cittadini, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità. L'iniziativa, che si articolerà attraverso numerose iniziative in tutta la nostra penisola e continuerà fino a giovedì 8 ottobre.

La struttura della quarta edizione del Festival dello Sviluppo Sostenibile – che si terrà fino a giovedì 8 ottobre – prevede oltre 500 attività su tutto il territorio italiano e online, tra convegni, presentazioni di libri, mostre, film e flash mob. I principi dell’Agenda 2030 saranno al centro del dibattito e stimoleranno il confronto e la condivisione di nuove idee. La durata non è casuale: sono 17 i giorni di rassegna, tanti quanti gli obiettivi si sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

L’iniziativa è curata da ASviS (L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile), ma anche da una rete di organizzazioni della società civile italiana impegnate sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale. Non solo, una delle peculiarità del festival è che chiunque può prendervi parte – tramite un’apposita documentazione – e proporre un’iniziativa vicina ai temi della rassegna.

L’obiettivo di ogni appuntamento e dell’intero evento è «sensibilizzare e mobilitare cittadini – si legge nel sito ufficiale –, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs)». Il Festival, inoltre, è stato riconosciuto da “UN SDG action campaign” come un’iniziativa innovativa e un’esperienza unica a livello internazionale.

L’anno scorso la partecipazione si è rivelata un successo, con 1060 eventi organizzati nell’ambito del festival – compreso Arte al Centro 2019 a Cittadellarte – in un ricco calendario che comprendeva, così come questa nuova edizione, attività organizzate direttamente dal Segretariato dell’ASviS, oltre a eventi di rilevanza nazionale realizzati con il contributo delle amministrazioni cittadine e delle università.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Quest’anno l’iniziativa era stata programmata per maggio e giugno ma l’emergenza Covid-19 ha portato a posticipare l’evento. Nonostante le criticità portate dal Coronavirus, ASviS è riuscita a proporre anche il quarto capitolo dell’appuntamento: «Non si tratterà di un semplice differimento – viene specificato nella nota online – ma di un riorientamento e potenziamento delle iniziative del Festival, anche alla luce delle nuove riflessioni scaturite dall’impatto che la crisi ha avuto sulla nostra quotidianità e sul nostro modo di vedere e pensare il futuro».

Questa quarta edizione, che poteva risultare ridotta a causa della pandemia in atto, è riuscita addirittura a oltrepassare i confini nazionali: grazie alla collaborazione con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale (Maeci), quest’anno sono coinvolte anche le sedi diplomatiche italiane e gli istituti di cultura all’estero, per diffondere i messaggi della manifestazione a livello globale e coinvolgere enti pubblici e privati italiani che operano in tutto il mondo.

Nella mattinata odierna, dalle 10, prenderà ufficialmente il via l’iniziativa con l’evento di apertura, intitolato “Dalla crisi alla ripresa: trasformare l’Europa e l’Italia nel segno dello sviluppo sostenibile“, un’occasione per riflettere attorno ai temi collegati alla ripresa a livello europeo e nazionale post pandemia. «Grazie alla partecipazione di rappresentanti di primo piano delle istituzioni e di leader di aziende chiave di settori strategici – spiegano gli organizzatori –, la giornata sarà un momento di riflessione senza precedenti su come assicurare un rilancio che renda l’Italia più sostenibile e resiliente». Per visionare la diretta streaming dell’evento – che si terrà al Museo Macro di Roma – è necessario accedere al sito festivalsvilupposostenibile.it o alla pagina Facebook dell’ASviS.

Articolo tratto da: Journal Cittadellarte

Articoli simili
A 4 anni da Rosarno. Dallo sfruttamento nei campi all'autoproduzione dello yogurt Barikamà

Una nuova vita per le vecchie stazioni ferroviarie

Fridays For Future porta la crisi climatica alla Camera dei Deputati
Fridays For Future porta la crisi climatica alla Camera dei Deputati

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Milarepa, il collettivo che recupera i muretti a secco liguri

|

Vinokilo, il mercato circolare di abiti usati venduti al chilo

|

Piantare alberi salverà il mondo, ma attenzione a come lo fate

|

Lightdrop, la piattaforma che sostiene relazioni e territorio, cerca collaboratori

|

Ballottaggi: e ci ostiniamo a chiamarla maggioranza! – Aspettando Io Non Mi Rassegno #4

|

Famiglie Arcobaleno: Leonardo e Francesco, storia di due papà – Amore Che Cambia #28

|

Nasce il libro che racconta gli ecovillaggi italiani: uno strumento per cambiare vita