18 Nov 2021

11 Antiche Vie, il nuovo sentiero che unisce i borghi che hanno dato vita a Imperia

Scritto da: Valentina D'Amora

Un nuovissimo progetto di trekking urbano e di valorizzazione degli undici borghi da cui nasce la città di Imperia. Si chiama 11 Antiche Vie ed è già pronto per essere percorso a piedi! Ce ne ha parlato una guida ambientale dello staff di Monesi Young, l'associazione che ha lavorato a questo progetto del Comune di Imperia.

Imperia - Una mostra fotografica e un nuovo sentiero trekking: si chiamano 11 Antiche Vie e sono le due facce di nuovo progetto del Comune di Imperia e dell’associazione Monesi Young. Sapevate infatti che nel 1923 undici comuni sono stati uniti per dare vita a Imperia? 11 Antiche Vie è la mostra visitabile alla Galleria Rondò, ma soprattutto un sentiero che ripercorre strade e antiche mulattiere per scoprire tutti questi borghi.

«Fino a oggi questi paesi erano slegati – sottolinea Marina Caramellino, guida dello staff di Monesi Young – e il Comune di Imperia ci ha chiesto di realizzare questo progetto proprio per collegarli grazie a sterrate, sentieri, alcuni tratti in asfalto, ma anche uliveti, boschetti e prati». Il percorso è lungo complessivamente 38 chilometri e il tracciato GPS è scaricabile qui.

IL PERCORSO

«Abbiamo tracciato il percorso e abbiamo collaborato a collocare la cartellonistica. Agli incroci e nelle curve abbiamo dipinto il segnavia bianco e rosso della Rete Escursionistica Ligure. Sui cartelli però non abbiamo segnato i tempi, troppo soggettivi, ma le distanze. Prossimamente costruiremo degli anelli più brevi per suddividere il percorso e permettere anche a chi non vuole seguire tutto il tracciato di visitare qualche borgo e ritornare al punto di partenza», spiega Marina.

Il cammino è già pronto e le mappe del sentiero sono disponibili gratuitamente in diversi negozi del centro di Imperia, nella Galleria del Rondò e nel negozio CMP. «Siamo contenti di essere stati coinvolti in questo bellissimo progetto di valorizzazione che permette di scoprire i borghi meravigliosi che circondano Imperia. L’intento è quello di destagionalizzare quest’area e far conoscere il primissimo entroterra».

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

11 antiche vie mappa
Le tappe del cammino
LE TAPPE DELLE 11 ANTICHE VIE

L’itinerario parte dalla Basilica di Oneglia e conta undici tappe che possono essere percorse in autonomia. Nella prima si raggiunge Costa D’Oneglia, dopo circa 7 chilometri, dopodiché, dopo due chilometri, si arriva a Castelvecchio. Proseguendo altri quattro chilometri e mezzo si giunge a Sant’Agata per poi arrivare a Monegrazie, aggiungendo altri 5 km.

Le ultime tappe? Moltedo, Caramagna, Torrazza, Poggi, Piani fino a Porto Maurizio e Oneglia, che saranno presto collegate da una nuova pista ciclabile. «Tutti i borghi, in ogni caso, per chi fosse stanco, sono ben serviti dai mezzi pubblici e pullman di linea».

L’ASSOCIAZIONE

Monesi Young è un’associazione sportiva nata 2019 da un’idea di Alessandro Bellotti a Monesi di Triora, il paese dell’entroterra di Imperia da cui prende il nome. Questa frazione si trova a quota 1376 metri, alle pendici del monte Saccarello, il monte più alto della Liguria, ed è una piccola località sciistica delle Alpi Liguri.

Alessandro e altri ragazzi di Monesi hanno fondato quest’associazione, che nel tempo si è specializzata nel trekking escursionistico, mirato proprio a far conoscere il panorama alpino della Liguria. Ora nello staff ci sono solo guide ambientali escursionistiche che fanno parte tutte guide all’albo delle guide GAE. «Ci occupiamo della promozione del territorio, portando le persone a scoprire a piedi le bellezze nascoste di queste valli».

Orrido Monte Guardia

«A Civezza, per esempio, la scorsa estate abbiamo organizzato il Festival del Cammino, proprio per mostrare l’aspetto culturale dell’entroterra: un weekend di passeggiate tra chiese, torri barbaresche e antiche mulattiere immerse negli uliveti che connettono i borghi della valle del San Lorenzo. I ragazzi dell’Istituto Ruffini di Imperia hanno dato il proprio contributo come ciceroni del borgo».

Monesi Young lavora molto anche con le scuole del territorio, portando in classe le testimonianze di chi ha fatto della montagna il proprio mestiere e illustrando le possibilità concrete di lavoro nell’entroterra, che in questo momento storico sta diventando sempre più d’interesse.

«Organizziamo anche trekking urbani e piccole escursioni per ragazzi diversamente abili. E facciamo, poi, parte dell’associazione M’importa, con cui collaboriamo per la pulizia delle spiagge, “Pulisci e Cammina”».

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Paolo Pallavidino: “Vado a vivere sotto i ponti per affrontare le mie paure”
Paolo Pallavidino: “Vado a vivere sotto i ponti per affrontare le mie paure”

Vivere la Sicilia con il turismo esperienziale

Il turismo 2.0: opportunità e rischi
Il turismo 2.0: opportunità e rischi

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Acqua contaminata di Fukushima, abbiamo un (grosso) problema – #419

|

Deposito cauzionale, l’arma per sconfiggere plastica e monouso in Italia

|

L’Asino e la Luna: qui Manuela e Denia hanno cambiato vita nel segno della permacultura

|

Partiamo dall’etologia per sconfiggere la crudeltà verso gli animali

|

Arrivano gli Impollinatori Metropolitani per salvare le api in città

|

Migliaia di partecipanti e un manifesto del turismo responsabile: ecco IT.A.CÀ 2021

|

Avete passato un buon Black Friday? Ecco a cosa è servita la vostra “felicità”

|

SUQ, il bazar dei popoli dove l’arte si intreccia con le culture del mondo – #10