3 Mag 2022

Gru.Co: il Bike to School che rende le strade più sicure per genitori e bambini

Scritto da: Lorena Di Maria

Gru.Co è il Bike to School che nei Comuni della zona Ovest di Torino accompagna i bambini a scuola in sicurezza, incentivando l'uso della bicicletta e rendendo gli spazi davanti alle scuole più a misura di bambino. A partire da maggio organizzerà anche degli eventi sul territorio come le ciclogite e i corsi di ciclomeccanica, gratuiti per adulti e ragazzi.

Torino - Se una mattina doveste attraversare la strada e imbattervi in una carovana di biciclette con in sella un gruppo di grandi e piccini che pedalano, non vi stupite: si tratta di un Bike To School, pratica che nasce dalla necessità di unirsi in gruppo per accompagnare i bambini e le bambine a scuola, soprattutto nelle città dove spostarsi in bicicletta è pericoloso e proibitivo a causa della mancanza di adeguati percorsi ciclabili e di sicurezza stradale.

Se quella del Bike To School vi sembra un’iniziativa difficile da realizzare, se non la conoscete bene o avete ancora qualche dubbio in proposito, sappiate che il Bike To school è per tutti: chiunque può organizzarne uno e in qualsiasi città. Sono infatti sempre più numerosi i gruppi che si stanno auto-organizzando per rendere il Bike To school una pratica partecipata. Così una semplice mattinata si può trasformare in un momento di felicità dove in gruppo e in sicurezza, si può affrontare anche il più congestionato traffico cittadino.

Bike to school1

Una iniziativa che si è distinta in Piemonte è il Bike to School Gru.Co organizzata da Legambiente greenTO, finanziata dal progetto Vi.V.O. (Via le auto dalla Zona Ovest di Torino), programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro, gestito dalla società Zona Ovest di Torino srl. Ve ne abbiamo parlato all’incirca un anno fa in questo articolo, quando Gru.Co era un progetto pilota che a breve sarebbe partito in due istituti scolastici di Grugliasco e Collegno.

Oggi, a distanza di un anno, possiamo dire che è cresciuto e che sempre più genitori hanno deciso di scommettere sul Bike to School e su una mobilità più sostenibile. Ed è proprio in questi giorni che Bike to School Gru.Co ha iniziato ad accompagnare a scuola in bicicletta le bambine e i bambini delle scuole elementari di ben sette Comuni della Zona Ovest (Collegno, Grugliasco, Buttigliera Alta, Pianezza, Druento, Venaria e Alpignano).

Come racconta Elena Giardina, responsabile di progetto per greenTO, «dopo vari mesi di lavoro per organizzare questa iniziativa non vediamo l’ora di guardare i sorrisi sui volti dei bimbi delle scuole che parteciperanno e che pedaleranno per le strade della loro città per raggiungere la scuola in bicicletta. Il messaggio è molto potente perché progetti del genere hanno il potenziale di convertire gli spazi in luoghi sicuri, vissuti dai bimbi e quindi rafforzare la comunicazione e l’impegno delle amministrazioni per garantire strade sicure, strade scolastiche e protette per raggiungere in bicicletta le loro scuole».

COME FUNZIONA IL BIKE TO SCHOOL GRU.CO

Il Bike To School Gru.Co, nei vari comuni, seguirà un percorso stabilito insieme ai genitori e ai “capitani” ovvero gli accompagnatori, che condurranno una bici con un carrello a seguito per riporre gli zaini. I bambini, per garantire la loro sicurezza in strada, avranno a disposizione pettorine colorate, catarifrangenti per le ruote delle loro biciclette, campanelli e caschi. «Per realizzare questo sogno abbiamo bisogno dell’impegno di tutti gli adulti a convertire le loro abitudini e utilizzare gli spazi in modo corretto per favorire la sicurezza dei bambini che dovranno raggiungere in bicicletta le loro scuole».

Le esperienze di Bike to School permettono infatti di incentivare la mobilità attiva per bambini e ragazzi, liberando le aree davanti agli ingressi delle scuole dal traffico a motore, con lo scopo di garantire una maggiore sicurezza e contribuire al miglioramento della qualità dell’aria. Insomma, la pratica del Bike to School è una vera terapia per la citta: è una soluzione alla congestione stradale, mette di buon umore, è educativa e istruttiva per i bambini e i ragazzi, permette agli spazi pubblici davanti alle scuole di respirare, crea partecipazione e senso civico.

Progetti del genere hanno il potenziale di convertire gli spazi in luoghi sicuri, vissuti dai bimbi

Ma c’è di più: il bicibus vuole anche diventare una competizione a premi tra le carovane che pedalano di più, grazie ai GPS in dotazione ai capitani forniti dal partner di progetto Pin Bike. Come vi abbiamo raccontato in questo articolo infatti, Pin Bike si occupa di implementare il sistema di monitoraggio e certificazione degli spostamenti in bici ed è anche un sistema antifrode, brevettato e certificante che permette a un Comune, un’impresa o un istituto scolastico di rilasciare incentivi chilometrici ai propri utenti grazie al bike to work e nel bike to school.

Bike to school2
LE INIZIATIVE DI GRU.CO: DALLE CICLOGITE ALLE OFFICINE DI CICLOMECCANICA

Il progetto di Gru.Co però non vuole essere solo per i bambini, ma vuole dimostrare che la mobilità ciclabile può essere per tutti: per questo ha organizzato un calendario di ciclogite, insieme al servizio partner Bici-t. In queste occasioni adulti e bambini potranno partecipare a quattro ciclogite nelle domeniche mattina di maggio (8 maggio con partenza da Alpignano, 15 maggio da Buttigliera Alta, 22 maggio da Collegno, 29 maggio da Grugliasco). Per partecipare alle ciclogite si può compilare il seguente form.

Per chi invece vuole cimentarsi con la ciclomeccanica, saranno organizzati due laboratori sabato 7 maggio a Grugliasco presso Grugliaschiamo – Ciclofficina del Parco Porporati e sabato 28 maggio a Venaria Reale presso la struttura coperta di Corona Verde in via Mensa, in piazza Don Alberione, alle quali seguiranno nuovi appuntamenti a settembre e ottobre. Durante il corso di ciclomeccanica base si affronteranno tutte le componenti della bicicletta, i principali problemi e le soluzioni alla portata di tutti. La partecipazione delle ciclogite è gratuita previa tesseramento a Legambiente greenTO, mentre i laboratori di ciclomeccanica sono aperti anche a chi non è tesserato.

Per saperne di più sulle iniziative in programma potete seguire il progetto e iscrivervi alle attività di Gru.Co sulle pagine Facebook e Instagram, per diventare parte di una città sempre più a misura di bicicletta!

Articoli simili
Lanciata la petizione per pedonalizzare il centro di Genova: “Restituiamo gli spazi urbani alle persone”
Lanciata la petizione per pedonalizzare il centro di Genova: “Restituiamo gli spazi urbani alle persone”

Cargo bike e Parking day: la settimana europea della mobilità arriva anche a Torino!
Cargo bike e Parking day: la settimana europea della mobilità arriva anche a Torino!

Al via la campagna di Moversi per creare la community di condivisione dell’auto privata
Al via la campagna di Moversi per creare la community di condivisione dell’auto privata

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il vertice sul clima COP 27 si avvicina, come ci arriviamo? – Io Non Mi Rassegno #592

|

Nicola e Zenia e il loro viaggio in camper “fuori rotta” per abbattere le barriere fra disabilità e turismo

|

Alpe Pianello, sul lago Maggiore un ecovillaggio per costruire una comunità accogliente e consapevole

|

“Durante i nostri viaggi in Africa abbiamo dato vita a una linea cosmetica artigianale ed equosolidale”

|

Festival Antispecista ed Ecologista: il primo grande evento intersezionale che parla di diritti e sostenibilità

|

Da Albenga a Capo Nord in bici: ecco il viaggio di Emanuele Mei

|

We Africans United, il progetto di giovani narratori che vogliono ribaltare l’immaginario sull’Africa

|

Sognitudo, in Puglia avanza il cambiamento all’insegna di sostenibilità e consapevolezza