1 Ago 2022

Una vacanza detox al Centro Ecologico Autosufficienza per equilibrare il proprio essere

Una vacanza per rallentare, depurarsi ed entrare in possesso di strumenti utili e pratici per continuare quanto appreso anche una volta tornati alla quotidianità. Dall’8 al 16 agosto al Centro Ecologico Autosufficienza si sperimenterà una settimana di rigenerazione fisica, mentale e psicologica.

Salva nei preferiti

Cesena, Emilia-Romagna - In un mondo in cui l’uomo ha perso gradualmente ogni legame con la propria natura, con la biologia e con la chimica che lo abita, con i ritmi e i funzionamenti più profondi del proprio corpo, anche la disintossicazione può diventare una moda, un gioco o una semplice pratica di marketing

Il Centro Ecologico Autosufficienza, per la prima volta, ha deciso di ospitare, dall’8 al 16 agosto, una settimana dedicata alla rigenerazione mentale, organica, dell’anima. Sette giorni in cui riconnettersi al ritmo della vita, che abita da sempre dentro di noi. Sette giorni per concedersi l’opportunità di riconoscere la bellezza del mondo, sia quello “dentro” sia quello “fuori”. Per l’occasione la struttura sarà chiusa ai non partecipanti. Un messaggio “provocatorio”, ma in linea con l’obiettivo della vacanza proposta.

Nella settimana di ferragosto, quando la maggior parte di noi è in vacanza, quando si cerca – anche in maniera a volte convulsa – di fare qualcosa, l’unico scopo sarà quello di rallentare. Le attività infatti saranno sempre facoltative. Ogni mattina verrà scritto su una lavagna il programma del giorno, ma saranno i partecipanti a decidere cosa fare e cosa no.

detox fattoria autosufficienza

In compagnia di Giulia Sama, Stefano Berlini e Massimo Forcellini si farà yoga e/o movimento biologico, si andranno a raccogliere erbe per realizzare tisane ed estratti. Una giornata sarà dedicata al detox digitale, grazie anche a una passeggiata all’Eremo di Camaldoli e nelle foreste casentinesi. E poi ancora bagni in foresta e una giornata di silenzio praticando l’attività del “non fare”, vivendo e ascoltando il vuoto e cosa emerge da questa sensazione.

I partecipanti decideranno i ritmi e il “come” della vacanza, godendo della bellezza del luogo, di un cibo sano e biologico, della meditazione e di molte altre attività interessanti, con la speranza che quanto consapevolizzato durante la permanenza possa anche trovare un seguito una volta tornati alla quotidianità. Lo scopo infatti è anche quello di consegnare a ogni partecipante “una cassetta degli attrezzi” utile a fornire gli strumenti pratici per agire nel bene della propria integrità e di quella della collettività.

La depurazione di un corpo prevede più livelli, è ordinata su logiche comuni, ma soppesata dall’esperienza individuale e dal vissuto che ciascun corpo porta con sé. Esiste una chimica della disintossicazione, il primo livello imprescindibile da cui parte una sana pratica depurativa a livello inorganico (elemento terra), una biologia della disintossicazione ovvero l’insieme dei processi organici e delle reazioni a esso annesse (elemento acqua), un metabolismo della disintossicazione fatto di temperature ed enzimi (elemento fuoco) e infine un elettromagnetismo della disintossicazione, il più sottile e avvincente dei regni della guarigione (elemento aria).

Ogni mattina verrà scritto su una lavagna il programma del giorno, ma saranno i partecipanti a decidere cosa fare e cosa no

Per guidare un corpo verso la sua più completa depurazione sono necessari passi coerenti, ordinati e consapevoli, rispettosi di ogni fase dell’intero processo e capaci di ripristinare ogni distretto nelle sue componenti più profonde. La settimana prima dell’inizio della vacanza detox verrà inviato del materiale informativo riguardante le attività proposte a ogni partecipante per prepararsi al meglio.

L’esperienza si svolgerà da lunedì 8 a martedì 16 agosto 2022 presso il Centro Ecologico Autosufficienza a Paganico, Bagno di Romagna (FC). Per ulteriori informazioni clicca qui.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola
Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

A Reggio Calabria parte un percorso formativo pionieristico per la cura della SLA
A Reggio Calabria parte un percorso formativo pionieristico per la cura della SLA

La Corsa Contro la Fame, il progetto che sensibilizza bambini e famiglie sulla malnutrizione
La Corsa Contro la Fame, il progetto che sensibilizza bambini e famiglie sulla malnutrizione

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aurore boreali, Sar, che succede ai nostri cieli? – #937

|

La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova

|

Olga Karatch: “Contro la guerra patriarcale, dobbiamo dare voce alle donne per la pace”

|

WWOOFing all’Ecosfera: un viaggio alla scoperta della permacultura e di connessioni umane

|

Favola Industriale Blues: con l’arte si racconta cosa accade intorno al polo petrolchimico di Siracusa

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

string(9) "nazionale"