9 Apr 2021

Lo scandalo “sofagate”, fra sessismo turco e debolezza Ue – Io Non Mi Rassegno #344

La visita diplomatica di Ursula Von Der Leyen e Charles Michel ad Ankara ha sollevato un polverone per il trattamento riservato da Erdogan alla presidente della Commissione europea. Il cosiddetto sofagate. Che ci dice molto sul regime turco, ma anche qualcosa sulla salute dell’Unione europea. In Irlanda del Nord proseguono gli scontri fra unionisti e separatisti (o nazionalisti) in seguito a un funerale. Ma le radici delle proteste vanno ricercate nelle conseguenze degli accordi su Brexit. Cresce la tensione al confine fra Russia e Ucraina. Un conflitto armato diventa ogni giorno più probabile. Quali conseguenze potrebbe avere?

Articoli:

#sofagate
il Post – Il caso della sedia mancante per Von der Leyen, spiegato
Euronews – Sofagate: ecco la frase di Mario Draghi che ha fatto infuriare Erdogan
il Post – Il governo turco ha convocato l’ambasciatore italiano ad Ankara dopo che Mario Draghi aveva definito Erdoğan un “dittatore”

#Irlanda del Nord
Euronews – Belfast, scontri e bus in fiamme: la protesta contro gli accordi Brexit
il Post  – Un funerale sta causando violente proteste in Irlanda del Nord

#Ucraina-Russia
Euronews – Ucraina-Russia, guerra a un passo. Escalation militare al confine

#armi
Euronews – Biden: “Violenza armata è un’epidemia”. Le lobby delle armi non cedono

#Covid
Internazionale – Gli Stati Uniti hanno nuovi strumenti per frenare i contagi

#povertà energetica
il Post – La povertà energetica in Italia

#multinazionali
Wired – Perché si discute di una tassa minima globale sulle multinazionali

#locuste #Africa
GreenMe – Le locuste colpiscono ancora l’Africa orientale, ma i pesticidi usati per combatterle potranno avere conseguenze ben più gravi

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all'Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace


Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

L’attentato in Afghanistan e il dramma di un paese abbandonato – Io Non Mi Rassegno #365

|

Sfusi e Riusi: il negozio alla spina che dà lavoro alle persone fragili

|

Il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi fra i primi 50 al mondo

|

Cambiamo approccio e facciamo in modo che il contagio si diffonda!

|

MUSE FabLab: promoviamo la cultura della riparazione

|

Caso o destino? Storia di un ritorno nella Calabria Che Cambia

|

La battaglia di Claudia per salvare le acque curative dalle speculazioni

|

Eticoscienza, per un’etologia applicata alle nuove sfide ambientali