20 Feb 2020

Muri Sicuri, la street art solidale per le zone terremotate

Scritto da: Redazione

Si terrà tra le strade del quartiere romano di Garbatella, che quest'anno festeggia il suo centenario, la quarta edizione di “Muri Sicuri”, iniziativa lanciata da alcune guide turistiche della capitale per supportare attraverso la street art la ricostruzione delle zone italiane colpite dal sisma.

Lazio - Torna anche quest’anno “Muri sicuri”, iniziativa lanciata da alcune guide turistiche romane per contribuire attraverso l’arte urbana alla ricostruzione delle zone distrutte dai terremoti. “Dipingere un muro per curarne altri cento” è infatti il sottotitolo di questo progetto promosso in seguito al sisma che nel 2016 ha messo in ginocchio il centro Italia.

muri sicuri 2018
L’edizione 2018 di Muri Sicuri

La manifestazione, giunta alla sua quarta edizione, consiste nel finanziare opere di street art nella capitale e di offrire tour in beneficenza, per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione dei muri distrutti dal sisma. Quest’anno le visite guidate saranno tra le strade di Garbatella, celebre quartiere romano che quest’anno festeggia il suo centenario. L’iniziativa 2020 è realizzata infatti con il patrocinio del Municipio Roma VIII e della Regione Lazio e si inserisce nelle celebrazioni per i cento anni di uno dei rioni popolari più amati di Roma.

Cento guide turistiche si trasformeranno così in ambasciatori dell’anima più originale e creativa della città, conducendo il pubblico alla scoperta dell’arte urbana e soprattutto della storia del quartiere Garbatella nel fine settimana del 7 e 8 Marzo, devolvendo l’intero ricavato a Prata d’Ansidonia, frazione dell’Aquila che ha subito danni durante il terremoto che ha colpito la zona nel 2009.

L’arte può essere l’occasione per riflettere e per essere solidali con chi ha perso tutto quello che aveva sia in termini personali che di patrimonio storico artistico: questa è l’idea di base che muove l’iniziativa.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

muri sicuri 2019
Il murale realizzato a Grisciano, in provincia di Rieti

Gli artisti chiamati a realizzare le opere murali per questa edizione sono Gomez, Diamond e Solo.

Le donazioni raccolte durante le tre edizioni precedenti, grazie alla generosità degli oltre 2500 partecipanti, sono state integralmente devolute alle città di Norcia, Avendita di Cascia (Umbria), Matelica (Marche) e Grisciano (Lazio). Sono stati raccolti 5.780 nella prima edizione, 10.700 euro durante la seconda edizione e infine 13.745 euro nella terza edizione. Dopo l’evento delle passate edizioni, ci si è recati nei luoghi destinatari delle donazioni e si è offerto, oltre ai fondi, anche un altro murale.

Le visite, della durata di un’ora e trenta circa, saranno su donazione e a prenotazione obbligatoria al sito www.murisicuri.it.

Articoli simili
Daniela Muggia: “Noi occidentali siamo davvero pronti a morire?”
Daniela Muggia: “Noi occidentali siamo davvero pronti a morire?”

Premio Luisa Minazzi: a Casale si sceglie l’ambientalista dell’anno

Caravanserraglio, a Biella un incontro tra carcere e comunità
Caravanserraglio, a Biella un incontro tra carcere e comunità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Scuola, salute, green pass, crisi ambientale: ecco le soluzioni possibili

|

Green pass obbligatorio: l’Italia è in fermento – Aspettando Io Non Mi Rassegno #3

|

Oggi si celebrano le contadine, le donne che stanno rilanciando l’agricoltura

|

Da Giulia che pianta alberi a Rosa Maria, alfiera delle minoranze: arrivano i giovani changemakers

|

Ci trasferiamo in un paese del Sud Italia? Qualcosa sta avvenendo a Civita, in Calabria

|

Università in cammino: la scuola senza voti che torna alle origini dell’insegnamento

|

Terre del Magra, la cooperativa di comunità che valorizza il territorio e supporta gli abitanti