27 Set 2021

Famiglie, relazioni, sesso: ne abbiamo parlato insieme

Scritto da: Redazione

Vi raccontiamo cosa è successo sabato 25 a settembre a Pisa, in occasione di un incontro che, insieme ai suoi protagonisti e alle sue protagoniste, ha ripercorso i temi salienti della prima parte del viaggio nell'Amore (e nel sesso) Che Cambia. Ecco cos'è venuto fuori da questo bellissimo momento di riflessione e confronto.

Pisa, Toscana - Abbiamo attraversato tutta l’Italia per indagare come stiano cambiando famiglia, relazioni e sessualità nel nostro Paese. Abbiamo toccato con mano quanta straordinaria biodiversità si stia diffondendo in questi ambiti e quanto la realtà sia molto più complessa e viva rispetto a quanto viene mostrati dai principali mass media.

Stiamo pubblicando tutte le video-storie di questo primo viaggio nell’amore e nel sesso che cambia (trovate tutto qui), ma abbiamo deciso di incontrarci per un giorno tutti e tutte insieme a Pisa per confrontarci su quanto sta accadendo nel nostro Paese e nelle nostre vite. Lo abbiamo sabato scorso, 25 settembre ed ecco cos’è venuto fuori.

L’incontro è stato introdotto e condotto da Daniel Tarozzi – direttore di Italia Che Cambia – e Giulia Rosoni, psicologa socia di Italia Che Cambia e coordinatrice del progetto Amore (e sesso) che Cambia. Fra gli ospiti, il primo intervento è stato affidato a Daniele Bouchard della Chiesa Valdese, partner e sponsor principale del viaggio che il team di Italia Che Cambia ha compiuto in questo 2021 alla scoperta di storie sul tema da raccontare.

Dopo di lui, per rispondere alla domanda “cosa è emerso da questo viaggio?” sono intervenute Pina Salinitro di AIED Pisa, Federico Russo di Pink Riot Arcigay Pisa, Massimo Lavaggi del Consultorio Transgenere e Desiree Olianas di Nuovo Maschile, a cui si è aggiunto il nostro Paolo Cignini, presidente di Italia Che Cambia, giornalista videomaker e parte del team che ha preso parte al viaggio.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Dopo la pausa riservata al pranzo, l’incontro è proseguito parlando di famiglie: “Figlio/a di… chi? Chi sono i genitori e cosa significa essere figlio/a in un mondo che cambia?”. Su questo tema hanno espresso la loro opinione e presentato il loro lavoro Giulia Rosoni e Daniel Fantini – Famiglia Geometria Variabile – e Roberto Trasarti di Famiglie Arcobaleno. La terza invitata, Gisella Bassanini di Small Families, purtroppo non è riuscita a intervenire, ma cliccando sul link potete leggere la storia dedicata a lei e alla sua associazione.

La quarta e ultima parte ha visto come protagonista il “Sesso 2021: oltre i tabù siamo davvero liberi?”, tema attorno al quale si è sviluppato un intenso e stimolante dibattito. La prima a intervenire è stata Armanda Salvucci di Sensuability – sono state proiettate anche le immagini di “Sensuability: ti ha detto niente la mamma?”, una mostra di fumetto e illustrazione che parla di sessualità e disabilità, a cura di Associazione Nessuno Tocchimario –, seguita Mario Bonfanti – Pastore Metropolitan Community Church –, la sex counselor Francesca D’Onofrio ed Eva Marino di Natural Sins.

A fine giornata, Daniel Tarozzi ha dichiarato: «È stata davvero una giornata arricchente, oltre le più rosee aspettative. Trovarsi qui, tutti insieme, ad affrontare pubblicamente tematiche così importanti – eppure così trascurate – mi ha fatto venire ancora più voglia di continuare ad approfondire questo “viaggio”. Un grazie speciale va a tutto lo staff di Italia che Cambia, che ha fatto davvero un lavoro eccezionale. Ora è il momento di attivarci tutti insieme per il nostro crowdfunding. Insieme possiamo continuare questo lavoro così… necessario!».

Articoli simili
Carmen Ferrara: indaghiamo i mille volti dell’identità di genere – Amore Che Cambia #20
Carmen Ferrara: indaghiamo i mille volti dell’identità di genere – Amore Che Cambia #20

Dall’arte alla psicologia, l’impegno di Paolo Valerio per il mondo transgender – Amore Che Cambia #25
Dall’arte alla psicologia, l’impegno di Paolo Valerio per il mondo transgender – Amore Che Cambia #25

Viaggio nell’Amore (e nel sesso) Che Cambia: ecco i primi incontri!  [FOTO]
Viaggio nell’Amore (e nel sesso) Che Cambia: ecco i primi incontri! [FOTO]

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Criptofollie – #422

|

Torino incontra gli innovatori sociali che cambiano il mondo con la forza dei loro sogni

|

Domenico Chionetti: “Le mie giornate al G8 al fianco dei disobbedienti”

|

Scienza e religione: dopo secoli di conflitto siamo giunti a un nuovo connubio?

|

Ecco i mobility manager, per unire aziende e istituzioni nel nome di una mobilità sostenibile

|

La nuova vita di Nicola in Madagascar: “Tsiryparma sostiene le foreste e i loro abitanti”

|

CreativeMornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini