Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
29 Apr 2020

La fase 2? Tutti in bici! – Io Non Mi Rassegno #127

In tutta Europa i paesi si stanno attrezzando per l’allentamento del lockdown, con strategie diverse. Nel frattempo Fitch declassa il debito italiano, mentre dal Fondo monetario internazionali arrivano ipotesi sulla cancellazione del debito di alcuni paesi. Parliamo anche della mobilità in bicicletta, che potrebbe ricevere una grossa spinta da questa situazione, della transizione energetica in Australia e delle critiche ricevute dal nuovo documentario di Michael Moore Planet of the Humans.

Articoli:

#fase 2 #Europa
il Post – La Spagna vuole tornare alla normalità in otto settimane
il Post – Come sarà la “Fase 2” in Francia
il Fatto Quotidiano – Coronavirus, in Germania allentate restrizioni ma l’epidemia riparte: ogni persona malata ne infetta un’altra
Internazionale – Coinvolti in un gigantesco esperimento sociale

#debito #Fmi
CNN – IMF head: Debt cancellation may be necessary
la Repubblica – Fitch declassa l’Italia a BBB-, outlook stabile, il debito a un gradino dal livello spazzatura

#bambini
greenMe – Mentre gli altri Paesi indicono conferenze stampa per i bambini, da noi… neanche vengono nominati
Valigia Blu – Bambini e adolescenti tra i più esposti all’impatto indiretto della pandemia
Italia che Cambia – Bambini e scuola: il futuro dimenticato? – Matrix è dentro di noi #3

#transizione energetica
greenMe – Addio al carbone: la Svezia spegne la sua ultima centrale e si unisce ad Austria e Belgio, diventando #coalfree
The Guardian – Australia could get 90% of electricity from renewables by 2040 with no price increase

#Michael Moore #Planet of the Humans #proteste
The Guardian – Climate experts call for ‘dangerous’ Michael Moore film to be taken down

#rinoceronti #bracconieri
greenMe – Con il lockdown i bracconieri possono agire indisturbati e stanno massacrando i rinoceronti

#coronavirus #immunità
il Post – Si diventa immuni al coronavirus?

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace


Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Sgomberato il Cinema Palazzo! – Io Non Mi Rassegno #262

|

Il sogno di due giovani del Casentino diventa esempio virtuoso per le acquacolture nel mondo

|

L’aranceto di La Spezia che valorizza una tradizione dimenticata

|

Il Piemonte propone una tassa ai colossi del web per aiutare le piccole attività

|

I soldi danno la felicità

|

I ripopolanti della Val Taverone danno vita a una nuova comunità nella natura

|

Felcerossa, la casa di paglia dove si sperimenta il vivere sostenibile in autosufficienza – Io faccio così #308

|

Come potrebbero diventare l’Italia e il mondo dopo la pandemia?